WWF ed Eyes on the Forest

  • Organizzazione WWF ed Eyes on the Forest
  • URL principale del sito web maps.eyesontheforest.or.id
  • AutoriNursamsu, Eyes on the Forest Coordinator, Yumiko Uryu, WWF Advisor, Jan Vertefeuille, WWF Campaign Leader
  • Strumenti utilizzati Google Maps Engine
''Per decenni la società civile ha raccolto e analizzato i dati relativi alla progressiva riduzione delle foreste di Sumatra, ma non ha saputo trovare un modo semplice di comunicarli al pubblico... Sumatra è uno dei luoghi con il più rapido tasso di deforestazione del mondo, causato da esigenze di mercato globale e fonte di cambiamenti climatici globali. Queste mappe trasmettono il fondamentale bisogno di trasparenza sulla perdita di questo patrimonio e sulla conseguente importanza della sua conservazione. Ci auguriamo che possano far luce su quanto sta realmente accadendo alla nostra stupenda isola tropicale e che ci aiutino a salvarla''.

— Nazir Foead, Conservation Director, WWF Indonesia

Nel 2011, le fototrappole installate dal WWF e dal Ministero delle politiche forestali indonesiano hanno registrato le immagini di dodici tigri, tra cui alcuni cuccioli intenti a giocare, nell'area centrale dell'isola di Sumatra, il Bukit Tigapuluh o ''Trenta colline''. Entusiasmato dalla presenza di tigri, ma anche preoccupato dalla deforestazione dell'area in cui vivono, il WWF ha creato un tour commentato di Google Earth per raccontare la storia della deforestazione nel Bukit Tigapuluh. Eyes on the Forest, una coalizione formata dalle ONG di Sumatra, ha deciso di diffondere le informazioni sulla deforestazione e sulla scomparsa degli habitat dell'isola al grande pubblico. Per riuscirci, ha utilizzato un nuovo strumento per la creazione di mappe: Google Maps Engine.

Incoraggiato dalle concessioni per gli sviluppatori di Google Earth per il Sociale, il WWF ha ingaggiato lo sviluppatore David Tryse affinché creasse eyesontheforest.or.id, un catalogo di mappe con informazioni esaurienti sulle modifiche della copertura boschiva di Sumatra, sugli habitat di tigri, elefanti, rinoceronti e oranghi, sulle varietà di fiori e sulle riserve di carbone.

Come è stato fatto

Google Maps Engine ha fornito a Eyes on the Forest una piattaforma per ospitare i dati vettoriali, senza alcun costo per i server e per l'amministrazione degli stessi. Una volta online, ai dati GIS hanno potuto essere applicati stili e modifiche, mentre le mappe costituite da livelli diversi hanno potuto essere sviluppate e iterate.

Tramite PHP, lo sviluppatore David Tryse ha sincronizzato Fogli di lavoro Google con le mappe di Google Maps Engine, assemblando un sito con due livelli di legende che possono essere esplorati dagli utenti. Oltre a utilizzare molti dati, il sito contiene immagini e testi descrittivi che aiutano nella navigazione gli utenti meno esperti nella consultazione di dati GIS.

Impatto

WWF ed Eyes on the Forest sono felici di offrire queste mappe in una piattaforma di storytelling, che trasmette agli utenti l'importanza della conservazione della splendida Sumatra. Sperano anche di sensibilizzare gli utenti sulla storia di Sumatra e sull'impatto della deforestazione per l'isola. Con la continuazione del progetto, WWF ed Eyes on the Forest dimostreranno in che modo il mercato globale sta modificando il paesaggio, spesso in violazione di norme e regolamenti esistenti. Operatori come compratori a livello commerciale di olio di palma e di prodotti cartacei di Sumatra potranno dar luogo ad autentiche rivendicazioni in qualità di organizzazione per la produzione sostenibile, senza dover lasciare la propria casa, grazie alla creazione di mappe in cui vengono collegate le proprietà terriere dei fornitori e la scomparsa delle foreste, delle riserve di carbone e della biodiversità.