Creazione di un'esperienza utente coinvolgente

Google Earth ti consente di inserire i tuoi contenuti in un contesto geospaziale, ma, soprattutto, ti permette di raccontare delle storie. In questo tutorial scoprirai alcuni metodi per rendere i tuoi contenuti accessibili, più coinvolgenti e facili da esplorare.

Interfaccia di Google Earth

Esistono tre metodi principali per interagire con il KML attraverso l'interfaccia di Google Earth:

Aree dell'interfaccia utente di Google Earth

Per creare un'esperienza coinvolgente per gli utenti che visualizzano i tuoi contenuti, tieni in considerazione il percorso più comune seguito dai visitatori. Inizia con un'analisi della mappa nella visualizzazione 3D, esplora i fumetti di alcuni segnaposto e scopri l'intera gamma di opzioni disponibili nel riquadro Luoghi. Assicurati che il tuo progetto inizi con solide fondamenta basate sulla mappa stessa.

Ecco alcuni esempi di KML che offrono ai visitatori un'esperienza coinvolgente e di alta qualità:

Logo KML Sky Truth Green Valley

Logo KML Crisi nel Darfur

Crea una prima impressione ottimale

I primi elementi che i visitatori notano quando aprono un file KML o KMZ sono le icone, i modelli, le sovrapposizioni di immagini e i poligoni nella visualizzazione 3D di Google Earth. Il tuo obiettivo è attirare il loro interesse e invogliarli a esplorare i tuoi contenuti. Ecco alcuni suggerimenti per creare una prima impressione ottimale.

Scatta istantanee dei segnaposto.

Impostare una buona visualizzazione predefinita per i segnaposto e per le cartelle è una delle operazioni più importanti da eseguire per offrire all'utente un'esperienza positiva.

Non disorientare i visitatori.

Un numero eccessivo di segnaposto può disorientare anche l'utente di Google Earth più esperto. Ecco alcune idee per contenere a un livello gestibile il numero di segnaposto:

Informa con le icone.

Prima ancora che il visitatore faccia clic su un segnaposto, puoi già fornire una notevole quantità di informazioni. Ecco alcuni utili suggerimenti per utilizzare le icone in modo efficace:

Seleziona i colori con cura.

Creazione di fumetti che spiccano

Dopo aver convinto un visitatore ad aprire il fumetto di un tuo segnaposto, devi impegnarti per conquistarne l'attenzione. I fumetti con descrizione dei segnaposto sono ideali per fornire informazioni aggiuntive su una determinata località, ma rappresentano anche un potente strumento per guidare i visitatori verso altri segnaposto e verso il tuo sito web.

Inserisci un segnaposto introduttivo.

Poiché conosci i tuoi contenuti meglio di chiunque altro, può facilmente accaderti di dimenticare che gli altri utenti necessitano di una guida per l'esplorazione. Per rendere più semplice la consultazione del file KML, puoi inserire un segnaposto introduttivo, in cui vengono evidenziati i vari componenti dei contenuti. Ecco alcuni utili suggerimenti sugli elementi da includere:

Ecco esempi di guida per l'utente e un segnaposto introduttivo tratto dal livello Consapevolezza globale (Global Heritage Fund e Crisi in Darfur).

Esempio di guida utente Esempio di guida utente

Sii breve e conciso.

I fumetti migliori sono quelli che suscitano l'interesse dell'utente, fornendo una breve descrizione e link a informazioni aggiuntive. Puoi sempre indirizzare al tuo sito gli utenti che desiderano approfondire il contenuto o invitarli a scaricare altri file KML contenenti informazioni più dettagliate.

Sulla base di questa filosofia, crea fumetti di dimensioni ragionevoli. Inserisci tutti i contenuti in una tabella HTML di larghezza non superiore a 400-500 pixel. In questo modo puoi evitare che i fumetti risultino eccessivamente grandi sui monitor di piccole dimensioni e assicurarti che gli utenti abbiano a disposizione un piccolo spazio per visualizzare la mappa e fare clic per tornare a consultarla.

Mantieni uno stile coerente.

Fumetti coerenti e uniformi permettono ai visitatori di orientarsi al meglio. Per iniziare, prova con alcuni modelli che puoi creare eseguendo l'esercitazione Creazione di fumetti avanzati. Durante lo sviluppo dei tuoi progetti, tieni in considerazione alcuni suggerimenti utili:

Utilizza <BalloonStyle> per standardizzare intestazioni e piè di pagina.

Per semplificare l'aggiunta di intestazioni e piè di pagina coerenti in ogni fumetto, scopri come utilizzare i tag <BalloonStyle> e <text>. Questi tag consentono di creare un modello HTML da applicare a tutti i segnaposto. In tale modello puoi inserire descrizioni univoche per ogni segnaposto, in modo da separare gli elementi comuni del design dei fumetti dai contenuti specifici per ogni segnaposto.


Logo KML Nel file KML di esempio Santa Cruz, Bolivia viene mostrato come sia possibile utilizzare <BalloonStyle> nei segnaposto, per intestazioni e piè di pagina. Questo esempio è stato tratto dal livello UNEP: l'atlante dei cambiamenti climatici.

Utilizza <BalloonStyle> per colorare l'intero fumetto.

L'utilizzo dei tag <bgcolor> e <textColor> insieme a <BalloonStyle> consente di specificare un colore di sfondo per l'intero fumetto. Immetti i codici esadecimali a 8 cifre relativi ai colori, ad esempio AABBGGRR (R per rosso, G per verde, B per blu, A per trasparenza alfa), che differiscono dai tradizionali codici esadecimali a 6 cifre utilizzati in HTML (RRGGBB). I due metodi seguenti permettono di scegliere un colore di sfondo in Google Earth:

   Schermata - Fumetto con colore di sfondo blu

Logo KML Blog sugli scimpanzé di Gombe ed esempi di colori di sfondo (tratto dal Blog sugli scimpanzé di Gombe di Jane Goodall)

Non dimenticare il riquadro Luoghi

Sebbene molti visitatori siano attratti prevalentemente dalla visualizzazione 3D di Google Earth, è comunque importante che la rappresentazione del file KML nel riquadro Luoghi risulti sempre funzionale e ben organizzata.

Utilizza snippet vuoti.

Scegli nomi descrittivi.

Utilizza le icone dell'elenco per comunicare al meglio contenuti e obiettivi.

Evita il disordine: controlla il comportamento delle cartelle.

Per ulteriori informazioni, consulta la Guida di riferimento a KML 2.1 e il Tutorial KML 2.1, oltre all'esempio fornito di seguito.


Schermata - Esempio di ListStyle

Logo KML Esempio List Item Type. In questo file KML vengono utilizzati <ListStyle> e <ItemIcon> per stabilire la modalità di utilizzo delle cartelle da parte dei visitatori.

Discussione/Commenti

Hai qualche domanda su questa esercitazione? Desideri inviarci i tuoi commenti? Accedi al Gruppo di discussione di Google Earth per il sociale per confrontarti con gli altri utenti.

Argomento successivo