Action Against Hunger

Da quasi 40 anni combattiamo contro la fame in circa 50 paesi. Salviamo le vite di molti bambini e lavoriamo con le loro comunità prima e dopo le calamità. Offriamo alle persone la possibilità di essere autosufficienti, di vedere crescere forti i propri figli e di costruire comunità prospere. Siamo alla continua ricerca di soluzioni sempre più efficaci e condividiamo le nostre conoscenze e competenze con il resto del mondo. Perseguiamo dei cambiamenti a lungo termine. Non ci fermeremo fino a che non avremo sconfitto la fame nel mondo.

Portata della missione

Large

Settore

Internazionale, affari esteri

Obiettivi

Collabora in modo più efficace

Mettiti in contatto con i sostenitori

Raggiungi più facilmente i sostenitori

Racconta la tua storia

Prodotto

G Suite per il non profit

Google Ad Grants

Programma non profit di YouTube

Diritti d'autore delle foto

Jana Asenbrennerova

Sito web

http://www.actionagainsthunger.org

La sfida

Ogni anno la malnutrizione costa la vita a un milione di bambini1. Queste crisi però possono essere prevenute e curate. Azione contro la fame si impegna al massimo per raggiungere i bambini denutriti in tempo per riuscire a salvarli. Sfortunatamente, l'organizzazione non riceve fondi sufficienti a finanziare le operazioni di marketing, la comunicazione e gli strumenti IT. Anche se sarebbe interessata a investire in queste aree, non dispone delle risorse sufficienti per ridimensionare i propri programmi.

La comunicazione è fondamentale per un'organizzazione internazionale. Gli strumenti per una comunicazione decentrata, tuttavia, hanno costituito una grossa sfida per Azione contro la fame. Team diversi utilizzavano strumenti diversi per inviarsi messaggi e, ogni volta che qualcuno voleva comunicare con un collega, doveva prima scoprire il suo nome utente e poi aggiungerlo all'app di messaggistica utilizzata.

Il lavoro di Azione contro la fame per salvare vite richiede di essere operativi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Per riuscire a mantenere i propri server costantemente attivi, però, in alcune occasioni l'organizzazione ha dovuto affrontare grandi difficoltà. Di fronte a disastri naturali come l'uragano Sandy a New York e alla minaccia che si interrompesse l'alimentazione elettrica dei server, ha rischiato di perdere tutto.

Utilizzando gli strumenti di Google, Azione contro la fame ha potuto risolvere queste difficoltà e dedicarsi completamente a salvare vite umane.

Storia

Azione contro la fame utilizza il rivoluzionario approccio integrato di gestione della malnutrizione acuta chiamato Community Management of Acute Malnutrition (CMAM). Ai genitori viene offerto un impasto a base di arachidi ricco di sostanze nutritive, proteine e calorie, per curare i loro figli. Questo cibo terapeutico pronto per l'uso (ready-to-use therapeutic foods, RUTF) assomiglia a una barretta proteica e non necessita di alcuna preparazione, né refrigerazione. La possibilità di curare i bambini direttamente da casa elimina l'esigenza di coprire lunghe distanze per raggiungere le strutture sanitarie e permette ai genitori di occuparsi della salute del resto della famiglia.

Azione contro la fame utilizza gli strumenti di Google nella lotta contro la malnutrizione. Ad Grants, One Today e YouTube aiutano l'organizzazione a raccogliere fondi per finanziare i programmi e sono fondamentali per raggiungere un pubblico sempre più vasto.

Azione contro la fame utilizza Ad Grants come parte dei propri piani di emergenza in caso di calamità. Quando per esempio è stata annunciata la carestia in Sud Sudan, ha lanciato rapidamente degli annunci per individuare i termini di ricerca rilevanti e stimolare le persone a intervenire per salvare delle vite. Quando l'Ebola è diventata una notizia da prima pagina, Azione contro la fame ha individuato rapidamente delle parole chiave mirate utilizzando il proprio account Ad Grants e le ha utilizzate per offrire alle persone in cerca di informazioni la possibilità di dare il proprio contributo. L'organizzazione ha quindi utilizzato Google Analytics per orientare le proprie scelte sulla base dei dati raccolti, migliorando la raccolta di fondi e ottimizzando il coinvolgimento degli utenti. Di fatto, grazie ai servizi offerti da Ad Grants, l'organizzazione ha quasi duplicato le entrate rispetto all'anno precedente e prevede di ottenere lo stesso risultato anche quest'anno.

Da quando Azione contro la fame ha iniziato a utilizzare G Suite nel 2013, i suoi metodi nell'ambito della comunicazione e della collaborazione sono stati rivoluzionati. Google Hangouts per esempio è diventata l'unica app di messaggistica utilizzata all'interno dell'organizzazione e offre un sistema istantaneo per comunicare all'interno della rete globale. Adesso, dall'ufficio di Londra è possibile mettersi in contatto con i colleghi dell'ufficio di New York usando la messaggistica istantanea o partecipando a un Hangout di Google (chiamata in videoconferenza). Gmail e Google Drive sono diventati componenti essenziali per migliorare la produttività. G Suite è diventata un supporto fondamentale per l'organizzazione e le ha permesso di migliorare l'efficacia delle comunicazioni e delle collaborazioni internazionali. Non dover più gestire diverse versioni dello stesso documento e poter lavorare contemporaneamente sui documenti in tempo reale anche da aree geografiche con fusi orari differenti si è rivelato fondamentale.

Azione contro la fame sfrutta One Today anche per raggiungere nuove fasce di pubblico e raccogliere donazioni che aiutino a salvare delle vite. L'organizzazione non profit dispone di risorse limitate, ma il team ha saputo imparare rapidamente e facilmente a usare l'app e a creare nuovi progetti. La giornata mondiale dell'alimentazione è stata un grande successo e sono stati raccolti oltre 1000 dollari in un solo giorno. Mentre altre piattaforme per le donazioni permettono a donatori esistenti di offrire il loro contributo, la particolarità di One Today consiste nell'avvicinare un nuovo pubblico di potenziali donatori alla tua organizzazione. Grazie al nuovo pubblico raggiunto tramite One Today, Azione contro la fame può superare i limiti imposti dal proprio tetto di spesa modesto. Inoltre, One Today gira il 100% delle donazioni ricevute alle organizzazioni non profit, a differenza di altre piattaforme che addebitano le proprie spese di gestione. In questo modo Azione contro la fame può sfruttare al meglio le donazioni ricevute.

Nel prossimo futuro, Azione contro la fame progetta di realizzare un maggior numero di video su YouTube, un potente strumento per la narrazione video, aumentando la copertura e i contenuti del proprio canale.Inoltre, sfrutterà le schede per le donazioni a supporto della propria raccolta fondi, continuando a sottotitolare i propri contenuti per il pubblico internazionale.

"Negli ultimi vent'anni, il numero di individui denutriti nei paesi meno sviluppati si è quasi dimezzato. Si tratta di un'ottima notizia. Tutto questo è stato possibile solo grazie a organizzazioni come Google. La nostra collaborazione con Google ci ha permesso di fare passi da gigante. In Cambogia abbiamo utilizzato la tecnologia di Google per implementare soluzioni sostenibili alla malnutrizione. Utilizziamo Google Ad Grants e Google Analytics anche negli Stati Uniti. Questi strumenti ci permettono di ottenere importanti approfondimenti, preziosi per le nostre attività online."

Andrea Tamburini, amministratore delegato di Azione contro la fame

Impatto

L'anno scorso i programmi nutrizionali di Azione contro la fame hanno raggiunto 1,5 milioni di persone1. Negli ultimi dieci anni, il numero di bambini che hanno ricevuto un trattamento per la malnutrizione acuta grave è triplicato1. Gli investimenti nell'ambito dell'alimentazione sono gli interventi con il maggiore impatto e più efficaci in termini di costi. Una nuova ricerca mostra che ogni dollaro investito in alimentazione infantile genera nei primi 1000 giorni una media di 16 dollari di ricavato2. Investire nell'ambito dell'alimentazione significa offrire ai bambini le basi per una vita sana e produttiva e getta le basi per un progresso globale sostenibile dal punto di vista della salute e dello sviluppo.

Negli ultimi dodici mesi Ad Grants ha portato 158.000 visitatori sul loro sito e ha raccolto oltre 66.000 dollari. Il costo per la cura di un bambino malnutrito è di soli 45 dollari, quindi è stata offerta una chance in più di sopravvivere a 1466 bambini.

One Today è stata un'altra preziosa risorsa per la raccolta fondi online. L'anno scorso Azione contro la fame ha raccolto oltre 1200 dollari da una fascia di pubblico completamente nuova. Altri 20.000 dollari sono stati raccolti dai referral dei siti web Google+ e YouTube ed è stato possibile tracciarli grazie al Monitoraggio e-commerce di Google Analytics. Google per il non profit ha aiutato Azione contro la fame a superare molte sfide relative alla gestione delle risorse e, in definitiva, a salvare molte più vite.

1. Fonte: http://www.actionagainsthunger.org/impact/nutrition
2. Fonte: http://www.actionagainsthunger.org/sites/default/files/publications/Action-Against-Hunger-2015-Annual-Report-web.pdf

Scopri come le altre organizzazioni utilizzano Google per il non profit per produrre effetti concreti.